Pubblicazioni

77 articles in category Pubblicazioni / Subscribe

 

 

 

Hospice

 

 Giaceva sul letto, in una camera dell’Hospice.    Ora chiamano così l’0spizio.        Il termine inglese consente agli ospiti, a coloro destinati ad andarci, a quelli che sperano di non doverci andare, che non si tratta del luogo di dolore dove scaricavano un tempo i poveri, i senza famiglia, i disabili, gli infelici: appunto l’ospizio.                            Per i vecchi, si direbbe oggi, diversamente normali, c’era la famiglia che accudiva sino al trapasso, spesso con amore, comunque sempre con la presenza nei luoghi della vita.      Oggi no, le famiglie non sono più, o se si, monocratiche, laicissime, comunque impossibilitate a curarsi …

 

    

 

 

 

E’ MORTO MILLI

Sono andato a vederlo.         Dall’angolo riparato dove lo avevamo disteso, si era trascinato sulla nuda terra, il respiro appena percettibile, mosche volteggianti su di lui attratte dall’odore di morte.         Ho scacciato gli schifosi insetti, una carezza sul musetto: la prima.        Sino a quel momento, solo tollerato, per via di chi l’aveva voluto in casa.      Alla mia carezza ha accennato un movimento della punta della coda, come sempre faceva, ma più vigorosamente, nei momenti di felicità.        A quel modo diceva grazie, si sentiva finalmente accettato anche da me.    E’ stato l’ultimo momento di felicità …

Read more →

 

 

Riflettendo sul pensiero di Edgar Morin

All’origine della laicità nata dal Rinascimento e consacrata dall’Illuminismo sta l’analisi razionale e scientifica del mondo, della natura, della vita, dell’uomo, di Dio………………..                   Progressivamente la laicità ha creduto di poter risolvere con il progresso tutti questi interrogativi.       Ma oggi dobbiamo andare oltre quell’analisi iniziale e processare gli strumenti di quell’analisi: scienza, progresso, tecnica e ragione.      Rilevare le ambivalenze della scienza, la chiusura asfittica della ragione, la disumanizzazione del progresso.        Per questa via una laicità rigenerata potrebbe ricreare le condizioni di un nuovo Rinascimento.

Read more →

 

 

Sono andato a trovarlo sul letto di dolorosa degenza.       Raccontava di sé, della famiglia, della sua casa.    In attesa di uscire, perché si sentiva bene.   E poi c’era quel viaggio da fare al santuario di padre Pio.      Ormai non ci credeva più, sentiva che era troppo tardi per andarci.    Ma se si fosse immerso nell’acqua miracolosa di altro luogo di devozione e di fede, forse gli sarebbe accaduto come a quella persona di cui gli avevano raccontato, che ne era uscita guarita.    Mi chiedeva certezze nel racconto minimalista del dolore addominale comparso negli ultimi giorni.   Lo nominava d’inciso …

Read more →

 

 

 

L’acqua scorre da sempre nei nostri fiumi o si riposa nei laghi prima di arrivare al mare, suo termine e inizio in un ciclo senza tempo. È acqua dolce, serve alla vita degli esseri vegetali e animali, serve all’uomo per sopravvivere e crescere. È preziosa, insostituibile, oggi soprattutto rispetto al passato, quando nei climi temperati c’era meno gente e meno animali di allevamento, e meno colture intensive, che consumano tutti acqua e dunque allora ce n’era in abbondanza. Oggi complice il clima, l’acqua comincia a mancare anche nelle zone temperate come la nostra, che temperata comincia ad …

Read more →

    

Pisistrato  (originale greco e ritratto postumo)

 

 

 

Del tiranno e la democrazia

 

In politica la comparsa dell’uomo nuovo che si contrappone al potere costituito espresso da partiti, istituzioni civili e religiose, movimenti, giornali, televisioni, ecc.. porta alla formazione di due schieramenti nel popolo e nei suoi rappresentanti: coloro che cavalcano la novità e quelli che la combattono.  Nel confronto entrano in campo i massimi sistemi quali la sacralità della costituzione, la dignità delle persone , il diritto nazionale e internazionale, la tutela delle minoranze, dei diversi, degli emarginati, e molto altro ancora. Ma si ha il sospetto …

Read more →

24/4/2022 La marcia della pace Perugia-Assisi

 

 

 

 

 

C’era molta gente ieri alla marcia della pace Perugia-Assisi. C’era un popolo che sembrava distante dai suoi rappresentanti politici che hanno disertato la manifestazione, contrariamente al passato. Forse hanno pensato che la loro determinazione di fornire armi all’Ucraina non andava molto d’accordo con la sensibilità del popolo della pace. Questi infatti hanno invocato trattative subito, diplomazia per far cessare il massacro, certi che se le grandi potenze volessero, la pace si otterrebbe in pochi giorni. Ma l’Europa, gli Stati Uniti, la Cina non si mettono d’accordo, ognuno tutela i …

Read more →

In Ucraina dietro Papa Francesco

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella incontra Papa Francesco

 

Non c’è altro da fare che questo, non rimane che questo.   Al di là delle ideologie democratiche e di quelle autocratiche, dei torti subiti o inferti, della giustizia dei tribunali internazionali e di tutto il resto che un’informazione asservita o saccente riesce ad inventarsi.  Non ci resta che incamminarci con il Papa, direzione Ucraina. Non è follia, è l’unico modo per fermare questa nuova esplosione del male che prende le sembianze degli aggressori russi, delle armi occidentali date agli ucraini per non soccombere, per continuare la …

Read more →

Neuroni e bit

 

 

 

Esistere, e la vita che si srotola nei giorni, negli anni, sino all’ultimo. Tutto quanto accade, lascia una traccia in noi, forma una gigantesca memoria, è il nostro hard-disk.  Ma non siamo solo memoria, siamo anche soft-ware, programmi che qualcuno ci ha messo dentro. Chi li ha messi dentro?   Forse sono il frutto di un sofisticato arco riflesso: dall’esperienza alla elaborazione corticale. E da qui il programma, che è una risposta, ora e in futuro, agli accadimenti, a prevenirli, a non subirli.  E questi infiniti programmi stanno lì, pronti, aspettano.  Qualcuno non è mai passato …

Read more →
  1. S. Agostino a Foligno

 

 

Sulla piazza, da un lato si affaccia la chiesa di S. Agostino e dall’altro quella della Collegiata di S. Salvatore.                I bombardamenti aerei della guerra avevano colpito duramente la via, in particolare avevano distrutto la bella chiesa della Madonna del Pianto, così detta per la statua della Madonna conservata in una cappella, che in occasione del terremoto del 1703 aveva sparso lacrime sul bel viso, e essendo stata portata in processione per le vie della città l’aveva preservata da ulteriori distruzioni. Ci si andava poco nella chiesa di S. Agostino, ci si andava per la ricorrenza …

Read more →