Pubblicazioni

49 articles in category Pubblicazioni / Subscribe

 

 

 

Gli Spallone erano una famiglia di medici ed erano comunisti , comunisti ortodossi legati ai vertici del Partito , diventati nel tempo medici curanti dei pezzi grossi dello stesso. Primo dopoguerra, naturalmente partigiani durante questa, uno di loro andò a fare l’operario nella Iuguslavia di Tito, a costruire ferrovie, contributo alla costruzione dello stato socialista che aveva sperato di esportare il socialismo anche in Italia se non fosse stato per gli inglesi di Churchil , non per gli americani che avevano concesso tutto a Stalin o per dabbenaggine  o per calcolo. Forse per assestare un colpo definitivo …

Read more →

 

 

 

 

 

 

 

Nel pensiero occidentale ci fu l’era del Mito e delle Religioni Politeistiche, poi l’era  del Cristianesimo, infine quella della Ragione. Rappresentazione questa, cara alla cultura razionalista di matrice illuministica, giacobina prima,  marxista poi.     Il mito quale lettura della realtà con rappresentazioni magiche e oniriche.  Miti dunque, animati da eroi e dei, che governano il mondo dell’uomo, sottoposto a forze che lo sovrastano e lo determinano.  Il fato unica certezza dei greci e l’epos della sua accettazione, somma virtù.  E in questo la cultura greca propone un umanesimo ante litteram,  del quale  l’accettazione virile …

Read more →

LA CASA CANTONIERA DI SCHEGGIA

Le colonne d’ercole le ho attraversate, ma più e più volte mi sono ritratto per rifugiarmi nel mondo conosciuto dei padri.  Ogni volta sono passato davanti a quella casa cantoniera in cima al varco appenninico, metafora del limitare del mio paese da abbandonare e dove tornare per ritrovarmi.  Sta  lì chiusa ,disabitata , ma ben tenuta a differenza di tutte le altre, abbandonate e cadenti . No, quella no, fa bella mostra di sé con il rosso assoluto dell’intonaco murale e la scritta su fondo bianco a caratteri neri,ormai desueti a giustificare la sua esistenza. …

Read more →

 

 

 

 

 

Comunismo, utopia, e ztl

La dottrina di Marx servì a smascherare soprusi millenari di pochi privilegiati sulle masse di contadini , operai, in una parola proletari, così definiti perché l’unica loro ricchezza  erano  i figli, vale a dire più braccia da lavoro per il sostentamento della famiglia.   Solo che quelle braccia servivano anche per mantenere i privilegi dei pochi, o peggio ad imbracciare fucili,  per andare a morire nelle continue guerre che i signori ingaggiavano tra di loro.      E una volta smascherata la realtà dell’organizzazione sociale, la dottrina  dette una coscienza al popolo, che si …

Read more →

Salvini ovvero della democrazia e del tiranno

 

L’attuale contrapposizione tra il ministro degli interni Salvini e un vasto schieramento costituito da partiti, istituzioni civili e religiose, movimenti, giornali, televisioni, etc… si presta ad una lettura diversa dal mero esame delle ragioni dell’uno e dell’altro, con la conseguente scelta del fronte dove schierarsi.    Non che sia inutile , o privo di interesse la questione e i massimi sistemi che essa scomoda: la sacralità della costituzione, la dignità delle persone , il diritto nazionale e internazionale, la tutela delle minoranze, dei diversi, degli emarginati, e molto altro ancora.    Anzi si ha …

Read more →

Lunedì 9 Settembre 2019  a Roma.

 

btrhdr

 

 

Le strade che portano a Piazza Montecitorio sono sbarrate da Carabinieri e Polizia.

Dalla piazza si propaga il clamore di una folla che applaude, grida e rumoreggia alle parole degli oratori che si susseguono sul palco a ridosso dell’obelisco che guarda palazzo Montecitorio.

E’ gente arrivata presto, e una volta riempita la piazza sono state messe le transenne.

I nuovi arrivati premono ma non vengono lasciati passare, chissà se per motivi di sicurezza, dato lo spazio angusto della piazza, o, come alcuni gridano, per perverso favore della questura al nuovo potere …

Read more →

Al Sindaco,

Ai membri della Giunta comunale

Ai consiglieri Comunali

 

btr

 

La passata amministrazione aveva messo in cantiere un rifacimento della piazza principale del paese: Piazza dei Martiri.

È un luogo molto caro ai sigillani vecchi e spero anche nuovi, nonostante nel corso degli anni si sia cercato di diminuire la sua centralità per la vita del paese.

Sono sorti altri centri di aggregazione, soprattutto il nuovo spazio alla periferia del paese chiamato “la Pista” che all’inizio è sembrato nascere in opposizione, quasi alternativo a Piazza dei Martiri , vista come la piazza dei sigillani d’hoc , di …

Read more →

Il ponte romano e il cantiere dormiente

 

sdr

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fossato di Vico, provincia di Perugia, alta Umbria.

Da anni un cantiere ha stravolto la montagna che divide l’Umbria dalle Marche.

Sostituisce un valico, impegnativo per macchine e umani, che aveva nome di  Valico di Fabriano.

Intorno paesi antichi, come la strada che percorre da millenni questa terra,  la strada consolare   Flaminia, che ne ha segnato la storia e la fortuna.

Di qui, nei secoli sono passati tutti, imperatori, papi, barbari, vacanzieri diretti al mare di Riccione, Mussolini

Read more →

 

 

 

 

Lo sviluppo del pensiero

La dimensione enciclopedica e unificante della cultura medioevale che riassumeva in se le aspirazioni intellettuali degli uomini di lettere e di studio dispersi nei conventi  e nelle università d’Europa, nobilitate dal soffio divino della trascendenza cristiana, rappresentò per alcuni secoli la risposta del pensiero occidentale allo shock della caduta dell’impero romano, con l’azzeramento delle conquiste della classicità e la necessità di una ripartenza da zero , in un cammino di riscoperta e reinterpretazione del mondo antico che fu l’evoluzione del tempo medioevale e la nascita di un nuovo e solare umanesimo. Dalle …

Read more →

Ricordando Lucio Battisti

 

 

 

 

Di destra lo definivano, ma l’insulto era smorzato dall’enorme successo di pubblico di tutte le età che per lustri continuò a riscuotere. Gli altri cantanti,necessariamente impegnati e allineati al pensiero dominante, lui no , e più di lui Mogol, il poeta dei testi sublimi che prima e più delle ideologie, parlavano al cuore e ai sentimenti che da sempre accomunano i giovani di tutto il mondo e di tutte le epoche della storia, prima della corruzione operata su di loro dalla società e dagli ismi  dominanti. E Battisti ricopri quelle parole di musica …

Read more →